Oltre ogni errore

“…Se ti fossi innamorata di qualcuno non te lo saresti lasciato scappare via, a dispetto di qualsiasi obiettivo ti fossi prefissata. Non decidiamo i tempi dell’amore, tanto quanto non possiamo sottrarci al suo volere…”.
Queste le frasi rivolte da Domiziano a una ragazza giovane e ancora inesperta della vita e dei complessi meccanismi delle relazioni sentimentali.
Starà a lei decidere quanto ci sia di vero in queste parole, quali compromessi le sia possibile accettare, quanto perdono concedere a un uomo che le ha rapito i sensi e scombussolato l’esistenza.
Se è vero che l’amore non va idealizzato, che non esistono rapporti perfetti, cosa ci fa decidere che non se ne può fare a meno? E in quali occasioni decidiamo di superare le barriere del buonsenso per buttarci a capofitto in una storia che ha creato e creerà altro dolore?

In questo racconto si scontrano due anime legate dall’invisibile filo del destino, quello che unisce due personalità apparentemente incompatibili fino a farle collimare alla perfezione: Domiziano, un uomo cinico, navigato, che utilizza abitualmente qualsiasi mezzo per raggiungere gli obiettivi prefissati, e Bianca, una ragazza giovane che si è buttata a capofitto nel lavoro tralasciando tutto il resto.
Quello che Bianca non aveva previsto è il turbinio di passione scatenato da quest’uomo con segreti e gravi traumi alle spalle, che ne hanno forgiato e indurito il carattere.
Riuscirà Bianca a comprendere le paure e le necessità di Domiziano e a perdonare menzogne e segreti? O cederà alle proposte rassicuranti dell’amico fraterno, da sempre innamorato di lei?

In fondo a questo volume troverete la “rap/presentazione” del libro e dei suoi personaggi, a cura di Elisabeth, nome in codice Brianna. Non commettete l’errore di saltarla, sarebbe grave e imperdonabile, vi assicuro che vale più di tutto il resto della storia.
Ringrazio Elisabeth, o Brianna come preferite, per avermi regalato un’emozione indescrivibile: non si è limitata a dare dimostrazione ulteriore di sagacia e ironia intelligente e acuta, è riuscita a scavare fra le parole fino a raggiungere ciò che io non ero stata in grado di esprimere, spiegando in maniera approfondita i sentimenti e i legami tra i personaggi.
Come in altre occasioni, ha dimostrato di riuscire a leggermi nella mente e di questa strana connessione, a cui non riesco ancora a dare una spiegazione, io ne rimango stupita e grata.

Tiziana V. Paciola nasce a Cosenza e dopo il diploma assume cittadinanza bresciana.
Vegetariana, due figli bipedi e svariati quadrupedi in giro per casa.
Appassionata di permacultura, artigianato, equitazione.
Cura il gruppo Facebook Arte e dintorni.
Accanita lettrice, ha scoperto da poco l’amore per la scrittura, e non dimostra alcuna volontà di rinunciarci: contrapporre un gesto di sana pazzia al buonsenso, l’ha condotta direttamente alla realizzazione dei propri sogni.